EDISON PREMIA ENERGIA, SVILUPPO E INNOVAZIONE

Energia, Sviluppo sociale e Smart communities sono i tre ambiti nei quali si muove il premio Edison Start, che si propone di finanziare tre progetti mettendo in palio ben 300mila euro. Un compleanno speciale per la Edison che, dopo 130 anni dalla sua nascita, continua a puntare sulle idee nuove, sull’innovazione tecnologica ma anche sociale e culturale, continua a investire sul progresso del Paese e con Edison Start valorizza i progetti che favoriscono il cambiamento, la competitività e lo sviluppo di un futuro sostenibile.

Sono stati circa 840 i progetti che sono atterrati sulla piattaforma web e circa 30 quelli che ora sono stati ammessi alla II fase della selezione. Nel mese di maggio il cerchio si stringe e la gara si farà sempre più agguerrita fino alla fase finale e la proclamazione dei vincitori, che devono però attendere la data del 15 ottobre 2014 per alzare i calici. Per facilitare lo sviluppo dei progetti, Edison offrirà ai finalisti e ai vincitori un’attività di supporto e consulenza da parte di un team dedicato formato da esperti della società e da altri partner quali università e istituzioni. In ballo la possibilità di realizzare un’idea, di mettere in cantiere un progetto e portarlo alla sua realizzazione finale.

La società, la più antica d’Europa in campo energetico, ha dettato le regole dividendo appunto gli ambiti d’azione: energia dunque soluzioni e tecnologie innovative per risparmiare risorse energetiche, consumare meglio e meno, garantire l’accesso all’energia a un numero crescente di persone in modo sostenibile; sviluppo sociale e dunque progetti e iniziative, anche di carattere culturale, che attivino opportunità di sviluppo imprenditoriale, che siano economicamente sostenibili e che abbiano un impatto sociale in termini di inclusione, partecipazione e cooperazione; smart communities e dunque progetti che possano migliorare la qualità della vita domestica e della comunità cui si appartiene. I criteri di scelta per valutare la fattibilità e la bontà dei progetti restano gli stessi che motivano il premio: innovazione, utilità rispetto al bisogno cui intendono rispondere, fattibilità, sostenibilità economica, sociale e ambientale, replicabilità e ricadute positive che il progetto è in grado di generare per la collettività. Ricadute positive che possono coinvolgere una, due o più persone, un’opportunità per gruppi di lavoro, piccole e medie imprese, associazioni o intere comunità.

Un’opportunità lo è stata certamente per Anna Riglioni che è in gara con il progetto Oliopolis. Comunque andrà a finire “abbiamo avuto modo – e Anna parla per lei e per le altre quattro persone che con lei hanno scritto il progetto – di far uscire l’idea sul territorio, condividerla con la nostra comunità, contaminare in qualche modo il nostro territorio”. Parliamo della zona di Poli nella provincia romana, della sua tradizione agricola, dei suoi valori e della sua ricchezza legati alla terra. “Torniamo a lavorarla questa terra – dice la promotrice orgogliosa delle sue origine – OlioPolis parte proprio dalla terra con l’obiettivo di recuperare e coltivare uliveti abbandonati; produrre, consumare e vendere olio e ortofrutta bio; generare e mantenere lavoro; sostenere inclusione sociale di persone con fragilità; stimolare partecipazione, valore sociale, tutela del territorio. La nostra volontà è quella di riattivare, coltivare, far crescere il legame tra lavoro e prodotti, persone e passioni, territorio e risorse in un contesto dove le enormi potenzialità locali faticano ad esprimersi e a generare valore. Vogliamo fare impresa sociale per attrarre risorse economiche e stimolare economia sostenibile e di comunità”.

E anche solo partecipare al premio Edison Start in quest’ottica è un’opportunità. La piattaforma su cui si possono consultare le varie proposte diventa di fatto una vetrina virtuale per attrarre potenziali soci sviluppatori, enti, aziende e istituzioni interessati che potrebbero, perché no, decidere di sposare la causa e portarla a mèta. “Ecco perché parlarne – ha aggiunto Anna – per noi è già un importante traguardo”.

 

http://www.stellanova.it/home/index.php?option=com_k2&view=item&id=583:edison-premia-energia-sviluppo-e-innovazione&Itemid=252

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>